Nusica.org e i suoi dieci anni a tutto jazz

L’universo (quello del jazz) ha festeggiato nel dicembre 2021 il compleanno speciale di una delle sue stelle più luminose, una realtà tutta da scoprire.

In una Villa Guidini addobbata di tutto punto, decine di appassionati e artisti sono accorsi per festeggiare a tutto jazz i dieci anni di vita di Nusica.org, nata dal genio di Alessandro Fedrigo e Nicola Fazzini, entrambi guidati da un unico scopo: diffondere la Nuova Musica. Ma non solo.

Questo progetto è molto più di una semplice associazione, è un incubatrice di innovazione musicale. Dal 2011 infatti organizza rassegne, festival, concerti in tutta Italia ed Europa, anche in collaborazione con diverse realtà del territorio come Sile Jazz e Jam-Jazz Area Metropolitana. Dando “suono” alla voce strumentale di migliaia di giovani ed esperti musicisti, Nusica.org promuove i suoi musicisti dalla A alla Z, anche grazie all’etichetta discografica dedicata.

Ma partiamo dall’origine, ovvero dal talento dei due fondatori di Nusica.org .

nicola fazzini al sassofono

Nicola Fazzini

Milanese di nascita ma veneziano di adozione, è uno dei sassofonisti più apprezzati del panorama del jazz italiano. Dopo aver ottenuto varie specializzazioni a Graz (Austria), al Conservatorio di Castelfranco Veneto e partecipato a numerose masterclass con i più grandi nomi del jazz internazionale, Nicola Fazzini da anni si dedica a progetti musicali innovativi e di ricerca come XYQuartet (insieme a Alessandro Fedrigo, Hyper +, CREI, collaborando inoltre con l’Università degli Studi Ca’ Foscari per attività didattiche ed educative e con molte istituzioni venete per progetti speciali e direzioni artistiche (Jazz Area Metropolitana, Sile Jazz) ed è membro del Direttivo di I-Jazz, l’associazione che rappresenta i festival jazz italiani, oltre ad avere pubblicato più di trenta lavori discografici nella sua carriera.

Alessandro Fedrigo

Alessandro Fedrigo è un bassista professionista specializzato nella tecnica del “basso fretless“, ovvero senza tasti segnati, affiancando lo strumento elettrico con la versione acustica; entrambi vengono spesso processati da alcuni effetti elettronici, a conferma della volontà del musicista di non tralasciare mai la sperimentazione. Laureato con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Vicenza, il suo talento e la sua carriera sono stati celebrati dai più grandi critici e da giornalisti del settore musicale. Conosciuto in tutta Italia e all’estero dai principali e più prestigiosi festival jazz con cui ha collaborato, Alessandro Fedrigo ha prodotto più di quaranta cd in formazione d’ensemble (come con XY quartet assieme a Nicola Fazzini) e due pubblicazioni di basso solo.

Tornando alla loro “creatura”, Nusica.org è un gioco di parole che nasce dal binomio di “nuova-musica“, mentre .org vuole evidenziare la propensione alla digitalizzazione musicale come strumento di diffusione dei suoi contenuti, sempre nuovi e stimolanti. Ma andiamo nel dettaglio a scoprire l’ innovativa offerta dell’associazione, partendo proprio dalla sua etichetta discografica.
Oltre a fornire un servizio professionale di registrazione, Nusica.org promuove i suoi artisti realizzando cd numerati in edizione limitata, segnati a mano con un’ ottica eco sostenibile: ciascuna copertina infatti è realizzata in carta riciclata, rendendo il prodotto finale unico e senza paragoni.

La produzione musicale inoltre viene caricata su piattaforme dedite all’ascolto in streaming e le relative partiture sono consultabili online, in modo da permettere la libera fruizione del materiale prodotto e consentendone una maggiore diffusione.

Ma non finisce quì. Entrando a far parte di Nusica.org, ogni musicista ha l’opportunità di esibirsi a livello nazionale e internazionale. L’associazione, in collaborazione con Sile Jazz e Jazz Area Metropolitana, organizza concerti in tutto il veneto, partecipa ai più rinomati festival d’Italia e gira l’Europa, portando la magia della musica jazz in vari Paesi come Germania, Polonia, Croazia e tanti altri.

I dieci fruttuosi anni di Nusica.org sono così stati festeggiati, riunendo tutta l’arte musicale presso Villa Guidini di Zero Branco il 12 dicembre 2021.

20 musicisti, 8 formazioni e tre diversi stage, suddivisi tra l’auditorium, il salone della villa e Sala Guidini. Un continum musicale di intensità straordinaria che ha affrontato tutti i generi del jazz attraverso composizioni orginali.

AUDITORIUM

L’auditorium per primo ha ospitato il Mirko Pedrotti 5et, una formazione composta da Mirko Pedrotti al vibrafono, Lorenzo Sighel al sax alto, soprano e voce, Luca Olzer al piano elettrico, Michele Bazzanella al basso elettrico e Matteo Giordani alla batteria.

Formatosi nel 2012, il quintetto propone un jazz che trasmette subito carica e freschezza, attraverso il suo linguaggio moderno e strumentale, in cui i tempi dispari e le armonie modali sono alla base della loro sperimentazione. Ispirandosi ad artisti come Dave Holland, Chris Potter o Steve Coleman e permettendo la contaminazione di generi come il minimal, il rock, la classica o lo stile progressive, la loro musica crea una sperimentazione degli impasti timbrici.

Il Mirko Pedrotti 5et ha vinto numerosi premi, dimostrazione del grande riconoscimento del mondo jazz.

SALONE VILLA

In un contesto molto più intimo e ricercato come quello del Salone di Villa Guidini, il duo Fazzini-Pizii formato dal coofondatore e sassofonista d’eccezione Nicola Fazzini e dal chitarrista Muhssin Pizii, ha voluto proporre un jazz estremamente ricercato e innovativo, basato su un set di improvvisazione libera e contemporanea, portando l’ascoltatore in una dimensione fuori dagli schemi, sfruttando le molteplici possibilità timbriche degli strumenti con esperienza e professionalità.

Questa collaborazione artistica nasce grazie ad un incontro avvenuto tra i due musicisti al Conservatorio di Rodi Garganico. Il grande talento del chitarrista è stato subito notato da Nicola Fazzini che lo definisce un musicista di un altro livello.

Muhssin Pizii ha inoltre curato per Nusica.org numerose interviste ad artisti di fama internazionale che possiamo trovare nella sezione del sito Nusica Insight.

SALA GUIDINI

Ar-men Trio è una formazione cameristica composta da musicisti d’eccezione: Alessandro Fedrigo al basso basso elettrico, Max Trabucco alle percussioni e Roberto Gemo alla chitarra.

L’atmosfera vibrante e di ispirazione balcanica che si è diffusa in Sala Guidini deriva dalle composizioni originali di Roberto Gemo, brani nati dalle suggestioni dei suoi molteplici viaggi sulla costa croata, luoghi che parlano di elementi naturali e di vita.

I brani eseguiti dall’Ar-men Trio si sono differenziati molto nello stile e sono stati i seguenti:

Brsec: un pezzo ritmico, energetico, che ispira serenità e voglia di viaggiare.

Le Phare: calmo e meditativo, è guidato da una lunga melodia eseguita dal basso elettrico che riporta all’aurea sensoriale di una giornata calma e tranquilla, come un faro in mezzo al mare.

Usain B Dolly: di tutt’altra ispirazione, molto più libera e spensierata, questa composizione custodisce anche un aspetto più personale del chitarrista Gemo. La passione per l’atletica e per la sua cagnolina velocissima Dolly, è il segreto del carattere del brano, intrigante, disordinato e veloce.

Lo spettacolo e i festeggiamenti sono proseguiti con altri cinque concerti.

AUDITORIUM

Duo di contrabbasso e chitarra con Luca dal Pozzo e Frank Martino.

La voce di John De Leo assieme a Franco Naddei (live electronics). Il duo si è esibito anche in serata con XY quartet, una super formazione composta dagli stessi Nicola Fazzini e Alessandro Fedrigo in scena con Saverio Tasca al vibrafono e Luca Colussi alla batteria.

Il SALONE DELLA VILLA e il SALA GUIDINI inoltre hanno visto esibirsi un trio di contrabbasso con Rosa Brunello, Nicolò Masetto e Marco Trabucco e Andrea Massaria alla chitarra.

L’atmosfera a tutto jazz di questo decimo compleanno di Nusica.org ha davvero raggiunto il suo scopo: quello di saper coinvolgere e incantare chiunque, con tutto il talento dei suoi artisti e la grande passione che tutto lo staff trasmette.

Con le parole dei suoi due fondatori, auguriamo ancora lunga vita e Buona Musica a Nusica.org .

In dieci anni abbiamo fatto molte cose, alcune hanno messo radici e altre sono state degli esperimenti. Ci piacerebbe che nei prossimi dieci anni il senso di comunità artistica fosse centrale, l’innovazione e la ricerca vanno condivise e nutrite in collaborazione con altri soggetti sensibili che possano dare essi stessi energia e propulsione.

Alessandro Fedrigo e Nicola Fazzini

Photo Credits: Margherita Majer

Condividi l'articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Vuoi essere tra i primi a ricevere i prossimi articoli?

Compila il modulo per iscriverti alla newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

TEATRO

“Geminga”. L’universo, l’uomo, la follia.

Due malati psichiatrici costretti a condividere una stanza, un pasto, ciò che rimane della loro dignità. Lo spettacolo teatrale della compagnia Donkey Flies When Fly Lies andato in scena al Teatro a L’Avogaria di Venezia narra una storia di personalità borderline ma attraverso un linguaggio unico, nascosto, in ognuno di noi. Un “collasso gravitazionale” del

Leggi tutto »
I progetti

Nusica.org e i suoi dieci anni a tutto jazz

L’universo (quello del jazz) ha festeggiato nel dicembre 2021 il compleanno speciale di una delle sue stelle più luminose, una realtà tutta da scoprire. In una Villa Guidini addobbata di tutto punto, decine di appassionati e artisti sono accorsi per festeggiare a tutto jazz i dieci anni di vita di Nusica.org, nata dal genio di

Leggi tutto »
Mostre

Ri-locazioni: le trame volubili del paesaggio

Il progetto fotografico realizzato in collaborazione con Afd Venezia (archivi fotografici e digitali del Fondo Giacomelli) e il Settore Cultura, viene ospitato presso Villa Erizzo di Mestre-Venezia dal 4 dicembre 2021 al 5 gennaio 2022. Una ricerca che racconta quasi un secolo di storia quella effettuata dal fotografo Giorgio Bombieri e da Roberto Ranieri (Direzione

Leggi tutto »
Giovani Talenti

Sque, Riff Green, Dodo: i giovani talenti con la musica nel cuore

Tre ragazzi si sono succeduti quest’anno sul palcoscenico di Villa Margherita a Treviso, portando con sé tanta voglia di cantare ed emozionarsi. Esibirsi davanti ad un pubblico appassionato come quello del Festival Trevisioni 2021 è il sogno che si realizza di qualsiasi musicista, soprattutto se si ha l’energia della musica nelle proprie vene. Ecco che

Leggi tutto »
I progetti

Quantum One e i suoni del cosmo

Il nuovo progetto di Andrea Vettoretti attraversa l’universo, un cosmo fatto di suoni e parole che parlano di tutti noi e del nostro amato pianeta terra. Al Teatro La Fenice di Venezia c’erano una chitarra (Andrea Vettoretti), un clarinetto (Fabio Battistelli), un violoncello (Rivera Lazeri) e una voce narrante (Sabrina Impacciatore). Bastano pochi strumenti ed

Leggi tutto »
Festival

Festival delle due città, il palco dorato della chitarra classica

Alla sua 19esima edizione, uno dei più acclamati festival chitarristici torna a far risuonare le sue due città, parlando ancora una volta la lingua internazionale della musica. Una missione lunga quasi vent’anni quella del Festival Chitarristico Internazionale delle Due Città, giunto alla sua diciannovesima edizione e che, anche quest’anno, ha incantato le città di Treviso

Leggi tutto »
Torna su