“Le cose che succedono di notte”. Quando il buio rivela l’inconscio.

Lo scrittore Tiziano Scarpa e la musicista Debora Petrina aprono la prima serata del festival Jazz Area Metropolitana 2022, portando in scena uno spettacolo inedito e “oscuro”.

La notte è considerata la fase della quiete, del riposo; ma per alcuni non è così. Per alcune creature, ad esempio. Non aspettatevi però pipistrelli, falene o gufi appollaiati sui rami in attesa delle loro piccole prede. Nella notte sveglia e inquieta dei racconti di Tiziano Scarpa qualsiasi creatura può essere vigile, anche l’uomo: la sua anima si nutre del buio per svelare di nascosto i suoi desideri più intensi e talvolta perversi, narrati attraverso rime che trasformano queste storie impossibili in grida deliranti, in introspezioni psicoanalitiche tanto commoventi, quanto terrificanti. Cercano amore e verità, un leitmotiv che, alla fine, darà sempre ad ognuno ciò si che merita.

In parte tratte dal libro “Una libellula in città e altre storie in rima”, le storie indagano aspetti nascosti e insoliti di elefanti, libellule e di uomini, interpretate dallo scrittore in una intensa esibizione oratoria che, grazie alla geniale ispirazione musicale di Debora Petrina, diventa arte performativa. I racconti narrano brevi spezzoni di vita di protagonisti che ne cercano disperatamente il senso, reinventandola attraverso dialoghi e vicende surreali, come in un vortice che mette in luce gli aspetti più crudeli e profondi della loro esistenza.

Cantautrice, compositrice, polistrumentista e performer, Debora Petrina con la sua tastiera e il synth, inizialmente fa vibrare il parco di Villa Concina (Dolo, Venezia) di suoni avvolgenti, criptici e distorti, come le storie che accompagna. Reinventa poi le parole trasformandole in frequenze istintive e talvolta selvagge, quando accompagna la sua voce e le canzoni con una distortissima chitarra elettrica. I brani della pluripremiata Petrina sono l’energia pura dello spettacolo, portano il climax emozionale più volte a diversi livelli sensoriali.

Ecco un breve estratto dello spettacolo in Villa Concina.

Foto: Margherita Majer Video: Giovanna Brevali

Ultimo aggiornamento il 21/01/2023 0:23

Condividi l'articolo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Vuoi essere tra i primi a ricevere i prossimi articoli?

Compila il modulo per iscriverti alla newsletter.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Senza categoria

Iriondo/Snare Drum/R.Y.F. Tre artisti e la musica muta forma

Una serata all’insegna della musica nuova quella del 13 gennaio 2023 al Teatro del Parco (Mestre-Venezia) per la stagione 2022/2023 di YouTHeater, in cui tre musicisti hanno portato la loro sperimentazione audio-visiva come non si era mai vista. Dopo aver assistito non ad uno, ma ben tre concerti sperimentali in una serata, è stato come

Leggi tutto »
MUSICA

Yumi Ito e la voce del mondo

Storie, musica, generi e vicende da tutto il pianeta ispirano e danno forma alla musica di Yumi Ito, cantante e compositrice di origine giapponese-polacca, che trasforma la musica in poesia. Il canto come missione di vita grazie al linguaggio universale che è la musica. Come raccontare ed emozionare insieme, se non così. Un’espressione artistica che

Leggi tutto »
MUSICA

Trio Sideris: la musica come una stella luminosa attraverso i secoli.

L’ensemble cameristico composto da Rachele Bonaffini, Daniel Jankovics e Federico Galligioni può definire il Trio “delle stelle” e non solo per l’etimologia a cui si vuole ispirare il loro nome d’arte, ma per rappresentare la continua ricerca della bellezza, come un faro che guida il talento dei suoi interpreti, in una continua ricerca della vera

Leggi tutto »
TEATRO

La commedia dell’arte e della realtà nella “Venezia di Galliano”

Al Teatro Carlo Goldoni di Venezia è andato in scena lo straordinario spettacolo di beneficienza per l’Aido che racconta la Venezia più verace, tra i suoi drammi, le “macchiette” e le più sfaccettate personalità di una città che cerca ironicamente di adattarsi al costante mutamento del tempo. Se il commediografo Carlo Goldoni fosse ancora tra

Leggi tutto »
Senza categoria

XX° edizione del FESTIVAL delle DUE CITTA’. Treviso e Venezia fanno nuovamente risuonare le corde della chitarra classica

I palcoscenici delle due splendide città del Veneto orientale tornano ad ospitare uno dei più importanti festival di chitarra classica, per festeggiare insieme un ventesimo anniversario molto speciale. Il programma della nuova edizione del Festival Delle Due Città quest’anno ha festeggiato i suoi vent’anni sempre sotto la direzione artistica del Maestro Andrea Vettoretti, con i

Leggi tutto »
Torna su